Operazione “Ludus II”. GdF, Europol e OLAF sequestrano 5 milioni di giocattoli.

Nell’ambito delle iniziative di cooperazione internazionale nel settore della tutela del mercato dei beni e servizi, la Guardia di Finanza, unitamente alle Forze di polizia e alle Autorità di contrasto di diversi Paesi, ha partecipato alla seconda
edizione dell’operazione internazionale “LUDUS”, diretta al contrasto della commercializzazione di giocattoli contraffatti e/o insicuri, organizzata dall’EUROPOL, congiuntamente alle agenzie di law enforcement della Spagna e della Romania, nonché con il supporto dell’Ufficio Europeo per la Lotta Antifrode (OLAF) e dell’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO).

L’operazione ha permesso di sequestrare oltre 5 milioni di giocattoli per un valore complessivo di circa 18 milioni di euro, denunciare 99 persone all’Autorità Giudiziaria e oscurare 30 siti web.

LEGGI ANCHE:  Il marketplace per la disabilità 'Linkabili' vince la XIII Start Cup Sardegna.

Durante la fase operativa, sono stati effettuati controlli e ispezioni per rilevare spedizioni e depositi illegali; sono state avviate, inoltre, indagini online su piattaforme di e-commerce, che hanno permesso di rilevare prodotti illegali importati principalmente dall’Asia orientale verso l’Unione Europea, nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Videogiochi, giochi da tavolo, abbigliamento, accessori e bambole raffiguranti i personaggi dei più popolari show televisivi per i più piccoli sono tra i prodotti maggiormente sequestrati. I giocattoli sottratti dal mercato, non rispettando gli standard di sicurezza previsti dalla normativa nazionale ed europea e non recando sulle confezioni le informazioni minime per il consumatore, erano in grado di trarre in inganno sui reali pericoli derivanti dal loro utilizzo. Tra questi, il rischio di soffocamento, la presenza di sostanze tossiche e il superamento dei limiti di decibel consentito.

LEGGI ANCHE:  Sassari: minore sorpreso a giocare alle slot machine. Titolare sanzionato.