Nuove idee per giovani con disabilità. Cooperazione internazionale a Cagliari.

Si è conclusa la seconda tappa del progetto di cooperazione internazionale Employable, finalizzato all’inclusione lavorativa dei giovani con disabilità in Europa. I 50 partecipanti provenienti dalla Romania, Polonia, Regno Unito, Irlanda e dalla locale organizzazione ABìCì (membro del Comitato delle Associazioni Sarde per la Mobilità Internazionale CASMI), dal 5 al 12 settembre, hanno discusso su nuove idee per l’implementazione di progetti locali di inclusione per disabili e continuato a impostare la logistica e la comunicazione per l’evento sportivo di arti marziali che realizzeranno nel 2019 a Dublino in Irlanda.

Durante la settimana i partecipanti hanno partecipato ad escursioni nella città di Cagliari e a meeting con rappresentanti del mondo del lavoro e della politica, in particolare sono stati a nome del comune, dall’Assessore alle Politiche Sociali ,Roberto Marras, che ha illustrato le buone pratiche e i progetti previsti per il futuro dall’amministrazione cittadina per le persone con disabilità residenti nel territorio cittadino.

LEGGI ANCHE:  Donna, giovane e madre. Un rapporto sempre più inconciliabile.

Per il rappresentante legale di ABìCì , Gabriele Frongia “I progetti di cooperazione internazionale che da tempo portiamo nel territorio della Sardegna sta permettendo ai giovani della nostra comunità locale con disabilità di partecipare a scambi internazionali, acquisire nuove capacità ma soprattutto far prendere coscienza delle qualità dei nostri ragazzi e migliorare la loro autostima e, perchè nò, far nascere in loro nuovi stimoli, aiutarli a fare nuove amicizie e combattere la stigmatizzazione verso i disabili”.

Le prossime tappe del progetto di cooperazione internazionale Employable, ricordano gli organizzatori, sono previste per Febbraio (Polonia), Giugno (Regno Unito) e Novembre 2019 (Irlanda).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.