NextGenerationEU, prima relazione semestrale: le operazioni di finanziamento partono bene.

La Commissione ha pubblicato oggi la sua prima relazione semestrale sul programma di finanziamento NextGenerationEU, del periodo giugno-dicembre 2021. La relazione illustra in dettaglio una serie di statistiche chiave relative ai prestiti nell’ambito di NextGenerationEU, come i fondi totali raccolti dalla Commissione per il programma nel 2021 (71 miliardi di euro di finanziamenti a lungo termine) e i fondi totali erogati agli Stati membri nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza (64 miliardi di euro) e ad altri programmi a titolo del bilancio dell’UE.

Particolarmente importante è l’entità della domanda di prestiti nell’ambito di NextGenerationEU. L’interesse degli investitori, desiderosi di accelerare la ripresa dell’Europa dalla pandemia di COVID-19, si è mantenuta elevata durante tutto l’anno, producendo richieste di sottoscrizioni da 7 a 14 volte superiori all’offerta, consentendo alla Commissione di chiudere le operazioni nell’ambito di NextGenerationEU nel 2021 a condizioni molto favorevoli, raggiungendo in ultima analisi un costo medio di finanziamento dello 0,14%. La Commissione inoltre ha confermato che tutti gli importi dovuti agli Stati membri nel 2021 sono stati pagati rapidamente, meno di 6 giorni lavorativi dal completamento delle necessarie procedure giuridiche.

LEGGI ANCHE:  Le risorse europee a supporto della decarbonizzazione dell’industria europea

“La relazione odierna – il Commissario responsabile per il Bilancio e l’amministrazione, Johannes Hahn – conferma il successo pionieristico del programma di finanziamento NextGenerationEU. I benefici di questo forte risultato saranno trasferiti agli Stati membri che ricevono sovvenzioni e prestiti del dispositivo per la ripresa e la resilienza. È solo un esempio di ciò che la solidarietà europea può conseguire”.

foto Creative Commons license CC-BY-4.0