Neoplasie del testa-collo, approvato percorso diagnostico terapeutico all’Aou Sassari.

All’Aou di Sassari è stato approvato un nuovo percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) per le neoplasie dell’area testa-collo. Una buona notizia per i pazienti e anche per il team del “tumor board” aziendale, squadra multidisciplinare, composta da esperti di varie specialistiche.

Una notizia, quindi, attesa alla luce dei dati statistici sui tumori cervicali che, nell’isola, sono spesso trattati dalle strutture ospedaliere quando sono in fase avanzata. “Dipende anche dalla sottovalutazione dei primi sintomi che ne può fare il paziente stesso – ha detto Davide Rizzo, otorino all’Aou di Sassari intervenuto durante un convegno organizzato a Sassari al Grazia Deledda dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Sassari –. Anche un abbassamento del tono della voce, dopo la terza settimana può essere un campanello d’allarme che non deve essere trascurato. Ed è compito del medico di base, individuare le urgenze e segnalarle nella prescrizione degli esami, che vengono presi in carico dal Cup entro le 72 ore”.

LEGGI ANCHE:  Chirurgia. Tappano un foro nella macula con un frammento di membrana amniotica.

L’instaurazione del Pdta, spiegano dall’Aou Sassari, faciliterà l’invio di pazienti con un sospetto di tumore della testa e del collo, alla struttura di riferimento.

E la presenza di questa sorta di ‘lump clinic‘, unica in Sardegna e formata da vari specialisti, consentirà di inquadrare i tumori del collo in maniera affidabile, prima di qualsiasi procedura chirurgica, con un prelievo fatto con un ago sottile, in maniera mirata sotto la guida dell’ecografo.