Neet. L’Agenzia Italiana per la Gioventù promuove il networking.

Unire le organizzazioni giovanili e mettere in condivisione le migliori buone pratiche per l’inclusione dei giovani Neet. Questi gli obiettivi alla base della strategia dell’Agenzia Italiana per la Gioventù (AIG) che, attraverso una call dedicata alle organizzazioni giovanili italiane, sta promuovendo la creazione di partenariati Erasmus+ per chi opera con i giovani vulnerabili.

I progetti di partenariato su piccola scala, spiegano dall’AIG, mirano alla cooperazione internazionale, all’apprendimento, all’aumento della qualità del lavoro con i giovani e allo sviluppo delle capacità degli operatori e delle organizzazioni giovanili.

L’attività si svolgerà in Finlandia, ad Helsinki, tra il 9 e il 13 settembre e sarà organizzata dall’Agenzia Finlandese.

Durante le attività saranno creati piccoli gruppi di partecipanti con valori e obiettivi comuni per la costruzione di un progetto di partenariato Erasmus+ su piccola scala. Le attività comprenderanno sessioni di brainstorming, lavori in piccoli gruppi, presentazioni e lavori in plenaria. Si realizzerà anche una breve visita di studio ad un’organizzazione finlandese che lavora con i Neet e ci saranno incontri con ospiti esterni esperti della tematica.

LEGGI ANCHE:  Giornalismo europeo, Youth4Regions: la call per giovani giornalisti e giornaliste.

Per candidarsi bisogna essere parte di un’organizzazione che lavora attivamente con i giovani in situazione di Neet (in particolare con chi è in abbandono scolastico) e che è idonea a candidarsi per i progetti di partenariato su piccola scala Erasmus+.

L’Agenzia Italiana per la Gioventù rimborsa ai partecipanti selezionati l’80% dei costi di viaggio effettivamente sostenuti mentre tutti i costi di ospitalità saranno sostenuti direttamente dall’Agenzia Nazionale finlandese. La deadline per inviare la propria candidatura è il 2 giugno 2024.

foto ANG