Mozambico, 45 milioni in armamenti dalla Commissione UE.

La Commissione europea, ha ricordato recentemente l’eurodeputata del gruppo ID, Hélène Laporte, ha annunciato un aumento dei suoi finanziamenti per le forze armate del Mozambico. Circa 45 milioni di euro stanziati attraverso il Fondo europeo per la pace che, sommati ai 44 milioni erogati lo scorso novembre 2021, portano l’aiuto finanziario alle forze armate del Mozambico a 89 milioni di euro nell’ultimo anno.

“La provincia di Cabo Delgado, nel nord del Paese – dichiara l’esponente di ID – ha attirato l’attenzione internazionale solo nel marzo dello scorso anno, quando la città di Palma è stata teatro di un’insurrezione jihadista. La città si trova a breve distanza da un sito di gas gestito dal colosso francese Total, che rappresenta un enorme progetto del valore di diversi miliardi di dollari. Da allora Total ha annunciato il ritiro del personale che lavora al suo progetto di gas naturale liquefatto a causa di forza maggiore”.

LEGGI ANCHE:  Azioni Marie Skłodowska-Curie: 161,5 milioni di euro per gli scambi nel settore della ricerca e dell'innovazione.

Da qui la richiesta alla Commissione circa il ruolo dell’UE nella missione di addestramento EUTM Mozambico che, apparentemente, farebbe dell’UE un Paese cobelligerante.

Per l’Alto rappresentante dell’UE, Josep Borrell si tratta di un intervento dovuto per fermare la brutalità e l’instabilità del Paese: “Dal 2017, la provincia mozambicana di Cabo Delgado sta affrontando una crescente spirale di violenza, che ha innescato una grave crisi umanitaria e ha provocato oltre 4.000 vittime, di cui la maggior parte civili, come documentato, tra gli altri, dall’Armed Conflict Location & Event Data Project.
È in questo contesto che il 15 ottobre 2021, il Consiglio ha deciso di avviare la missione di addestramento militare della politica di sicurezza e di difesa comune (EUTM) in Mozambico, in concomitanza con una misura di assistenza del Fondo europeo per la pace al fine di sostenere le Forze armate di difesa del Mozambico”.

LEGGI ANCHE:  Giornata mondiale della libertà di stampa, Borrell: "Il 73% delle giornaliste ha subito minacce".

“L’EUTM Mozambico – prosegue – sta addestrando unità specifiche al fine di aiutarle a costruire la capacità di rispondere in modo più efficace alle sicurezza nella provincia di Cabo Delgado. L’EUTM è solo uno degli strumenti dell’approccio integrato dell’UE per sostenere il Mozambico. L’EUTM – conclude – non partecipa ad alcun conflitto armato e non è coinvolta in operazioni militari e, in base alle Convenzioni di Ginevra del 1949, l’addestramento fornito dall’EUTM non rende l’UE un “co-belligerante”.

foto https://eeas.europa.eu/