Minoranze, Calligaris: “Rafforzare legami culturali con l’Istria”.

La cultura e le scuole come tramite per il rafforzamento dei legami con le comunità degli italiani in Istria è stato il tema al centro dell’incontro tra la vicepresidente della Regione Istria, Jessica Acquaviva, che si è svolto a Verteneglio in occasione del significativo evento di consegne di trecento volumi della collana storica dei libri di Paolo Mieli.

“L’apertura dei confini con l’entrata della Croazia in Shenghen ha consentito di superare la precedente barriera nelle relazioni fra le diverse comunità degli italiani di questi territori e ha aperto la strada per intensificare gli scambi in modo da valorizzare le comuni radici storiche e linguistiche. Il Friuli Venezia Giulia e l’Istria sono realtà vive dal punto di vista culturale, artistico, musicale ed è naturale promuovere un’osmosi delle rispettive esperienze in questo campo per favorire la conoscenza e la comprensione reciproca”, ha dichiarato il capogruppo della Lega nel Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Antonio Calligaris.

LEGGI ANCHE:  Argea: mancano 176 unità di personale. Dario Giagoni: "Cessione capacità assunzionale rappresenta una buona notizia".

“La volontà di conservare le matrici identitarie istro-venete – fa notare l’esponente della Lega – è stata, a sua volta, ribadita
dalla vicepresidente Acquaviva”. “Investire sulle nuove generazioni – ha rilevato la rappresentante istriana rivolgendosi
anche alle direzioni delle scuole presenti di Verteneglio, Buia e Cittanova – è il modo migliore per non disperdere il patrimonio culturale legato all’espressione linguistica italiana che si richiama alla Serenissima. In questo senso, l’adesione a Shenghen può consentire la possibilità di incrementare gli scambi giovanili e le occasioni di incontro nel segno dell’apertura e dell’arricchimento personale”.