Ministri delle Finanze UE: “Sì a ulteriori 5 miliardi per l’Ucraina”.

I ministri delle finanze dell’UE e i governatori delle Banche centrali hanno incontrato a Praga i rappresentanti della Commissione europea e della BCE alla riunione informale del Consiglio Ecofin. I ministri delle finanze hanno discusso dell’impatto dell’aggressione russa in Ucraina sulle economie europee e hanno sostenuto la rapida adozione di un’assistenza finanziaria aggiuntiva all’Ucraina per un importo di 5 miliardi di euro.

A seguito dell’accordo di luglio per fornire 1 miliardo di euro, i ministri delle finanze dell’UE a Praga hanno deciso di accelerare la prossima tranche di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina per un importo di 5 miliardi di euro.

Il nuovo prestito di 5 miliardi di euro sarà utilizzato per la gestione quotidiana dello Stato e per garantire il funzionamento delle infrastrutture critiche del Paese, come uffici, scuole e ospedali.

LEGGI ANCHE:  Cannabis per uso personale: Malta si avvia verso la legalizzazione.

Durante il dibattito sull’assistenza economica all’Ucraina, i ministri delle finanze hanno discusso anche della ricostruzione postbellica dell’Ucraina.

L’accordo di associazione UE-Ucraina, entrato in vigore il 1° settembre 2017, avvicina l’Ucraina e l’UE e, oltre a promuovere legami politici più profondi, legami economici più forti e il rispetto dei valori comuni, l’accordo ha fornito un quadro per il futuro programma di riforme, incentrato sulla lotta alla corruzione, un sistema giudiziario indipendente e a tutela dello Stato di diritto.

Tra gli altri strumenti di sostegno, tra il 2014 e il 2022 l’UE ha sostenuto l’Ucraina attraverso diverse operazioni consecutive di assistenza macrofinanziaria (AMF) che hanno superato, ad oggi, i 7 miliardi di euro tra prestiti e sovvenzioni.

LEGGI ANCHE:  Italia-Libia: al via a Ca’ Foscari le attività di formazione dei docenti libici per l’insegnamento dell’italiano.

foto Gints Ivuskans Copyright: © European Union 2022 – Source : EP