Medio Oriente, Borrell: “Preoccupazione per attacchi coloni israeliani contro i palestinesi”.

L’alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell, ha avuto una serie di incontri con i principali partner della regione, tra cui i ministri degli Esteri dell’Arabia Saudita, il principe Faisal bin Farhan Al Saud, della Giordania, Ayman Safadi, e dell’Egitto, Sameh Shukry, e il segretario generale dell’Organizzazione per la cooperazione islamica (OIC) Hissein Brahim Taha.

Nel corso dei colloqui, Borrell ha informato i suoi interlocutori sulle discussioni svoltesi al recente Consiglio europeo, ricordando l’urgenza dell’accesso umanitario e delle pause umanitarie per consentire che gli aiuti raggiungano le popolazioni colpite, nonché l’importanza di garantire la protezione di tutti i civili, in linea con il diritto internazionale umanitario.

Proprio recentemente, nel corso di una conversazione telefonica tenuta con Philippe Lazzarini, commissario generale dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA), Borrell aveva espresso le sue preoccupazioni per la terribile situazione umanitaria e la mancanza di accesso ai beni di prima necessità per centinaia di migliaia di civili a Gaza.

LEGGI ANCHE:  Bielorussia, Borrell: "Referendum costituzionale non democratico".

È stata affrontata anche la situazione in Cisgiordania, sulla quale Borrell è intervenuto esprimendo “grande preoccupazione per gli attacchi dei coloni israeliani contro i palestinesi”, condannandoli fermamente. 

Con i suoi omologhi egiziano, giordano e saudita, l’alto rappresentante ha poi discusso dell’urgente necessità di rilanciare il processo di pace, nonché di raggiungere una soluzione permanente e sostenibile al conflitto, basata sulla soluzione dei due Stati.

foto Copyright: European Union