Lotta contro l’AIDS, Roberto Speranza: “La prevenzione è fondamentale”.

Per celebrare la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids, il Ministero della Salute ha promosso una campagna di sensibilizzazione, a cui partecipa quest’anno anche la Lega Serie A. In occasione della decima giornata di Serie A TIM, gli allenatori e i giocatori, durante le interviste, indosseranno il fiocchetto rosso, simbolo universale della lotta contro l’Aids, per ricordare che con l’Hiv non si gioca. È necessario proseguire e accelerare gli sforzi per contrastare la malattia, investendo in ricerca, prevenzione, ed educazione sanitaria.

Inoltre, il Ministero dello Sviluppo Economico su proposta del Ministero della Salute ha voluto emettere oggi un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Senso civico” per diffondere la conoscenza di Hiv e Aids, dimostrare solidarietà a coloro che vivono con l’Hiv e richiamare tutti a comportamenti responsabili.

LEGGI ANCHE:  Covid- 19, Speranza: misure verranno estese fino a Pasqua
Roberto Speranza, foto Sardegnagol, riproduzione riservata 2020
Roberto Speranza, foto Sardegnagol, riproduzione riservata 2020

“Oggi si celebra la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids. È un’occasione importante. La ricerca ha fatto enormi progressi nelle cure –  afferma il Ministro della Salute, Roberto Speranza – ma guai ad abbassare la guardia. Perché se è vero che le nuove diagnosi di infezione da Hiv sono in calo, è altrettanto vero che il numero dei contagi tra i giovani cresce. Guai, dunque, a sottovalutare l’importanza della prevenzione, dei test e dell’assistenza alle persone con l’Hiv. In questi mesi difficili, durante i quali la sfida contro il Covid-19 ha dettato la nostra agenda, abbiamo imparato quanto sia fondamentale la prevenzione per fermare il contagio, quanto una diagnosi precoce possa fare la differenza, e quanto l’accesso alle cure sia un diritto inalienabile. Lo ricorda anche lo slogan scelto quest’anno a livello internazionale dall’UNAIDS: ‘La solidarietà globale, la responsabilità condivisa’. Un messaggio chiaro, che deve arrivare a tutti. Perché uniti contro l’Aids si vince”.

LEGGI ANCHE:  AIDS: in progressivo calo nel 2019 le nuove diagnosi di infezione da HIV ma cresce il numero dei contagi tra i giovani.