Le narrazioni autoreferenziali, Solinas a Fitto: “Regione capace di intercettare sfide del momento”.

“La Sardegna si è rivelata una regione capace di intercettare le sfide del momento, attivando tutte quelle azioni necessarie per vedere finanziate opere strategiche e per superare le difficoltà legate alla spendita delle risorse disponibili”. A dirlo, nonostante i risultati disastrosi (nonché l’inerzia) registrati nel corso dell’ultimo mandato, il Presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, nel corso dell’incontro odierno con il ministro per gli Affari Europei, Raffaele Fitto.

Un’uscita decisamente dal sapore autocelebrativo quella del Governatore sardo, secondo il quale l’attuale accozzaglia di Governo, sarebbe pronta “a sostenere attivamente gli interventi presentati e cogliere ogni opportunità offerta dal PNRR per la crescita economica della Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Pnrr, Confindustria Giovani: "Rimettere al centro le politiche giovanili nel nostro Paese".

Capacità che, per quanto si è visto dal 2019 (per favore non si parli di criticità legate alla pandemia o alla crisi geopolitica) risultano essere decisamente non ascrivibili all’attuale compagine di maggioranza.

Christian Solinas, Raffaele Fitto
Christian Solinas, Raffaele Fitto

Parole al vento, insomma, che non mancheranno di essere copiate e incollate acriticamente dalla “più blasonata” stampa locale.

Discutibile anche l’affermazione sulla presunta capacità del governo regionale di stare “al passo con i tempi”, sia per via della conclamata inerzia richiamata sopra che per lo scarso senso pubblico espresso da numerosi consiglieri/e regionali (vanno deserte le stesse commissioni consiliari). Aula sempre meno produttiva, sotto l’aspetto legislativo, come confermato anche dai tempi d’azione dello stesso Consiglio, dove, solo per una “misera” (in termini di dotazione finanziaria) proposta di legge per i giovani, la Pl 182 (presentata nel 2020), deve ancora concludersi il passaggio consiliare. Ma quante cose possono cambiare in 3 anni nella vita reale? Ovvero quella che si vive fuori da via Roma e da villa Devoto.

LEGGI ANCHE:  Borse di studio: incrementati gli importi per gli studenti universitari.

Da cosa potrà mai nascere, allora, tanta sicurezza da parte del Presidente Solinas circa la “consapevolezza” della classe dirigente della Sardegna di affrontare e gestire le sfide “nel modo migliore”?

“Siamo consapevoli della sfida che abbiamo davanti – ha dichiarato Solinas – quella di gestire nel modo migliore, più rapido ed efficiente le risorse e a promuovere i progetti riconducibili a questo fondamentale strumento ideato dall’Europa per rimuovere il grande gap infrastrutturale tra Nord e Sud del Paese. Intendiamo farlo attivando strumenti e promuovendo azioni in grado di garantire la reale realizzazione dei progetti e delle idee messi in campo per accompagnare lo sviluppo e la crescita della nostra Isola, soddisfando gli obiettivi che come Regione ci siamo dati”.

LEGGI ANCHE:  Violenza di genere, Christian Solinas: "Battaglia di civiltà in difesa di tutte le donne".

Ma di quali obiettivi sta parlando Presidente?

foto Sardegnagol riproduzione riservata