Italia-Ucraina: intesa su ambiente e sviluppo sostenibile per la ricostruzione.

Italia e Ucraina hanno sottoscritto un’intesa per la protezione dell’ecosistema gravemente danneggiato dalla guerra, per la cooperazione ambientale e lo sviluppo sostenibile. L’atto è stato firmato oggi a Roma dal ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto e del viceministro della Protezione dell’Ambiente e delle Risorse Naturali dell’Ucraina, Yevhenii Fedorenko.

“Siamo vicini al popolo ucraino – afferma il ministro Pichetto – e vogliamo collaborare fin d’ora per la ripresa e la resilienza degli ecosistemi ucraini, grandemente impattati non solo dagli effetti del cambiamento climatico ma anche dalla guerra. È in questo spirito di collaborazione e supporto – conclude Pichetto – che la cooperazione in materia ambientale tra i nostri Paesi risulta quanto mai importante, per dare priorità al recupero degli ecosistemi devastati dalla guerra”.

LEGGI ANCHE:  Riciclaggio: 2022 anno record. A Cagliari 194 segnalazioni ogni 100mila abitanti.

Gli obiettivi del Protocollo si inquadrano nelle tre Convenzioni di Rio e negli obiettivi dell’Agenda 2030, guardando alla prospettiva della ricostruzione post-bellica: le iniziative riguarderanno temi quali la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici con la misurazione degli impatti, la protezione e il monitoraggio della qualità dell’aria, la difesa della biodiversità, le foreste, il suolo, la risorsa acqua, l’economia circolare, l’educazione green e lo scambio di buone pratiche ambientali.

L’intesa si inserisce nel quadro più ampio dell’impegno del Governo italiano a favore della ricostruzione dell’Ucraina, ribadito nel corso della Conferenza sulla Ricostruzione in Ucraina che si è tenuta ieri a Roma tra i vertici istituzionali e imprenditoriali dei due Paesi.

LEGGI ANCHE:  Parlamento europeo. I temi del 2020 ancora in sospeso.