In scena l’anteprima del Festival internazionale “Arpe del Mondo”.

La Sardegna, si conferma punto di riferimento a livello internazionale per lo strumento dell’arpa, grazie al “Festival Arpe del Mondo”, ideato dal Maestro Raoul Moretti, con la produzione dell’Ente Concerti Città di Iglesias, organizzazione diretta dal compositore Gianluca Erriu e attiva da 25 anni nel settore della musica e della cultura . Il Festival, giunto quest’anno alla nona edizione, avrà un importante anteprima con le esibizioni a Cagliari e a Portoscuso delle due interpreti Oksana Sidyagina e Nagisa Tanaka, vincitrici delle due ultime edizioni del prestigioso concorso internazionale “Suoni d’Arpa”. Le due arpiste si esibiranno il 25 maggio alle 20.30 a Cagliari, nell’Hotel Regina Margherita e il giorno successivo, alle 20, nella suggestiva cornice della Sala Corpus della tonnara di Portoscuso.

La giapponese Nagisa Tanakam, nata e cresciuta a Tokyo, ha iniziato a suonare l’arpa all’età di 9 anni, grazie all’ascolto dell’album di Judy Loman. L’artista ha poi studiato con i maestri Mitsuyo Nishimura, Izumi Sato e Risako Hayakawa. Nel curriculum di Nagisa spicca la partecipazione a numerose competizioni dal 2016 ad oggi, con la vittoria di 13 Premi, fra cui il primo premio all’International Harp Competition “Suoni d’Arpa” 2022; il terzo posto all’International Harp Competition Felix Godefroid 2022 in Belgio;  il primo premio al Hiroshi Matsuo Award 2019, al Leopold Bellan Award e all’Osaka International Music Competition, il secondo premio al Japan International Harp Competition. Ha inoltre debuttato alla Kioi Hall di Tokyo nel 2022 con il suo Recital, ed è attiva anche in concerti in ensemble ed in orchestre, tra le quali la NHK Symphony Orchestra e la Japan National Orchestra. Attualmente Nagisa si sta perfezionando sotto la guida della maestra Anneleen Lenaerts al Concervatorium Maastricht.

LEGGI ANCHE:  XXI Festival dei Tacchi. Un'edizione da tutto esaurito.

Oksana Sidyagina, russa residente a Parigi, dove insegna al Conservatorio Serge Rachmaninoff, si è laureata al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca e all’ Ecole Normale de Musique Alfred Cortot di Parigi. Oksana vanta la vittoria in numerosi concorsi internazionali quali il  Concorso Internazionale Suoni d’Arpa 2021, l’International Harp Meeting Ile de France 2018, International Harp Competition in Italia  2014, The Harp in the 21st Century  2013 in Russia e il IV Vera Dulova International Harp Competition 2008 in Russia. Nella sua attività solistica vi sono estate esibizioni in Francia, Russia, Italia, Spagna, Germania, Austria, Polonia, Croazia, Slovacchia, Israele, Tailandia, Ukraina, Moldova. Oksana svolge inoltre un’intensa attività di insegnamento, con Master Class per Harpissima di SalviHarps in Italia e Polonia, al Conservatorio Real di Madrid, all’Accdemia di Musica di Zagabria. 

LEGGI ANCHE:  Pagine di Quarantena. Bradbury e l’homo Faber
L’arpista Oksana Sidyagina, foto credits Ente Concerti Città d’Iglesias

Nel 2022 ha lanciato il suo progetto Harp Meditation che coniuga terapia e musica classica. Attualmente l’artista si prepara al debutto discografico con due registrazioni: una come vincitrice del Concorso Suoni d’arpa, con repertorio italiano e russo, e l’altra incentrata sull’arpa elettrica. 

Dalla sua prima edizione tenutasi nel 2015 a oggi il Festival Arpe del Mondo ha ospitato arpisti da 25 Paesi e 5 Continenti, interpreti dei più disparati tipi di arpa; da quelle tradizionali dell’America Latina, alle declinazioni contemporanee. L’edizioni 2023 si svolgerà tra il 05 e l’08. con esibizioni in varie località dell’Isola, e intrepreti provenienti da Francia, Spagna, Irlanda, America Latina.

foto credits Ente Concerti Città d’Iglesias

LEGGI ANCHE:  Torna "Musica sulle Bocche": il grande jazz in 12 comuni del nord Sardegna.