Il Consiglio dei ministri impugna la terza legge regionale.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato lo scorso 24 aprile, quattro leggi di Regioni e Province autonome. Tra le leggi impugnate dal Governo la legge della Regione Sardegna n. 5 del 27/02/2020, recante “Modifiche all’articolo 6 della legge regionale n. 23 del 1998 in materia di piani di abbattimento”, in quanto una norma in materia di controllo venatorio invade la competenza legislativa riservata allo Stato dall’art. 117, secondo comma, lett. s), della Costituzione in materia di tutela dell’ambiente e dell’ecosistema.

Dopo le recenti contestazioni da parte del Governo per le leggi regionali 1 e 3 del 21 febbraio 2020, con l’impugnazione della legge n. 5, sale a 3 il numero delle leggi regionali impugnate dal Governo centrale, ovvero circa un quarto della produzione normativa realizzata nel corso del 2020 dalla Giunta Solinas.

LEGGI ANCHE:  Il Consiglio avvierà un'inchiesta sulla condizione giovanile in Sardegna. Roberto Deriu: "Situazione drammatica che si trascina da troppo tempo".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.