Giovani, l’ultima alzata d’ingegno di Enrico Letta: “Erasmus per le scuole secondarie”.

Le proposte per i giovani, forse per effetto dell’estensione del diritto di voto al Senato per i 18enni, crescono come i funghi in campagna elettorale. L’ultima in ordine di arrivo è stata condivisa ieri nel corso del Meeting di Rimini dal segretario del PD, Enrico Letta, non nuovo alle “alzate d’ingegno” per i/le giovani italiani/e. Nel nuovo disegno estemporaneo del ‘capo del PD’ l’Erasmus andrebbe esteso anche ai giovani delle scuole secondarie.

Da dove si prenderanno le risorse per finanziare questo nuovo “progetto per i giovani”, ovviamente, il segretario Letta ha mantenuto il massimo riservo. D’altronde nessuno tra gli interlocutori presenti ha chiesto al segretario di dettagliare i termini dell’intervento nel corso dell’incontro in Romagna.

Seminario giovani, foto Sardegnagol, riproduzione riservata
Una tipica sessione di un progetto Erasmus all’estero, foto Sardegnagol, riproduzione riservata

Dall’assenza delcontraddittorio il passo è, quindi, breve per “sognare”: “Il mio sogno – ha dichiarato Letta – é che nel nostro Paese e in Europa si riesca ad avere l’Erasmus per le scuole secondarie superiori. Se facciamo questo saremo in grado di offrire ai nostri ragazzi una occasione di incontro con un altro Paese, una esperienza che apre le menti dei nostri ragazzi. Facciamo l’Erasmus per le scuole secondarie, sarà una svolta per i nostri ragazzi e le nostre ragazze”.

LEGGI ANCHE:  Alfabetizzazione finanziaria degli studenti italiani. Italia in ritardo.

Un proposta che, per quanto possa essere di rilievo, in assenza di qualsiasi intervento finalizzato a inserire nei bandi pubblici il principio della programmazione partecipata dei giovani e delle organizzazioni giovanili, non farà altro che creare ulteriori doppioni (scarsamente impattanti) rispetto alle opportunità di mobilità per i giovani presenti a livello europeo.

foto The Jacques Delors Institute