Giovani imprenditori, premi fino a 70mila euro… in Friuli.

Ai giovani che per la prima volta si insediano in qualità di capo d’azienda in un’attività agricola, la Regione Friuli Venezia Giulia ha riservato loro un pacchetto di risorse pari a 2,4 milioni di euro , che prevede la concessione di singoli premi pari a 70mila euro per ogni richiedente.

Lo ha deciso l’Esecutivo guidato da Massimiliano Fedriga approvando, su proposta dell’assessore alle risorse
Agroalimentari Stefano Zannier, una apposita delibera nel corso dell’ultima seduta di giunta. 

Il provvedimento prende le mosse dal Piano strategico nazionale della Pac 2023-2027 nella parte in cui si prevede, tra gli interventi per lo sviluppo rurale che verranno attuati nel territorio regionale, anche quello
concernente l’insediamento dei giovani agricoltori.

LEGGI ANCHE:  Le sfide Ue, cosa pensano i giovani europei?

“L’intervento approvato dalla Giunta – spiega Zannier – prevede la concessione di un sostegno a giovani imprenditori agricoli di età fino a quarantuno anni non compiuti che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’impresa, a fronte di presentazione di un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola.Il sostegno è quindi finalizzato a offrire strumenti per attrarre giovani nel settore
agricolo rispondendo inoltre all’obiettivo di promozione l’occupazione, la crescita, la parità di genere, l’inclusione sociale e lo sviluppo locale nelle zone rurali”.

Per poter beneficiare del contributo, i richiedenti devono essersi insediati per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda e avere un’età maggiore ai 18 anni e inferiore ai 41 anni non compiuti. Inoltre, devono possedere un’adeguata formazione e competenza professionale oppure si devono impegnare ad ottenerla entro trentasei mesi dalla concessione o entro il termine di conclusione del piano aziendale.

LEGGI ANCHE:  Sud, Giuseppe L'Abbate: "Reintrodurre il credito d'imposta sugli investimenti".

La cifra corrisposta, in forma di premio, è pari a 70mila euro, erogabili in rate previste pari al 70 per cento e al 30 per cento dell’ammontare del sostegno concesso. 

foto ecoyou da Pixabay.com