Giornata mondiale della libertà di stampa, Commissione europea: “Difendere la libertà e il pluralismo dei media”.

Oggi, in occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa, la Commissione europea ha ribadito il proprio impegno per la difesa della libertà e il pluralismo dei media nell’UE: “Quest’anno – ha dichiarato la vicepresidente per i Valori e la trasparenza, Věra Jourová – vorrei rendere omaggio in particolare ai giornalisti che sono in prima linea in Ucraina. Ci informano a rischio della loro vita. Ci mostrano ciò che la Russia non vuole farci vedere. La nostra prima priorità è la loro sicurezza. Allo stesso tempo, stiamo rafforzando la nostra azione nell’UE, con la nuova legislazione contro le querele temerarie verso i giornalisti presentata la scorsa settimana e il Media Freedom Act”. 

LEGGI ANCHE:  COVID-19: sì al quinto vaccino Nuvaxovid di Novavax.

Parere condiviso dal commissario per il Mercato interno, Thierry Breton: “L’aggressione militare della Russia contro l’Ucraina ci ha ricordato che la libertà e il pluralismo dei media, che proteggono le nostre democrazie, non possono essere dati per scontati. Continueremo a sostenere la nostra industria dei media, a proteggere i nostri giornalisti e a combattere incessantemente per la nostra stampa libera e indipendente. Con il prossimo Media Freedom Act, promuoveremo un mercato dei media resiliente, per fornire ai cittadini informazioni diverse e affidabili”. 

Si spera che a tali dichiarazioni seguano anche call accessibili per i piccoli editori, spesso esclusi dai ‘democratici e pluralistici’ bandi promossi dalle varie agenzie europee, per lo più appannaggio dei grandi gruppi editoriali.

LEGGI ANCHE:  Sospensione visti Russia: la Commissione butta benzina sul fuoco.

Sul tema è intervenuto anche l’Alto rappresentante dell’UE, Josep Borrell, ricordando che nel 2020, per la prima volta, la Commissione ha presentato il Piano d’azione per la democrazia europea e quello per i media e gli audiovisivi (MAAP), finalizzato a promuovere i media europei e contribuire a mantenere l’autonomia culturale e tecnologica europea. 

La scorsa settimana, ricordano dalla Commissione, è stato adottato un pacchetto per affrontare le azioni legali strategiche contro la partecipazione pubblica (SLAPP), fornendo a giornalisti e difensori dei diritti umani gli strumenti per combattere le cosiddette querele temerarie nel settore dei media. Un pacchetto che integra la raccomandazione della Commissione sulla sicurezza dei giornalisti, che stabilisce azioni quali la creazione di servizi di supporto nazionali indipendenti, compresi i servizi di assistenza telefonica, consulenza legale, supporto psicologico e misure per garantirne la sicurezza online. 

LEGGI ANCHE:  Ministri delle Finanze UE: "Sì a ulteriori 5 miliardi per l'Ucraina".

Entro la fine dell’anno, infine, la Commissione adotterà anche l’ European Media Freedom Act , che sancirà per la prima volta nel diritto dell’UE garanzie per la protezione del pluralismo dei media.

foto Copyright European Parlaiment source EP 2021, foto Philippe Buissin