Frode ai danni dell’Ue: società agricola nel mirino della GdF.

Nei giorni scorsi, i Finanzieri del Comando Provinciale di Cagliari, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura Europea, hanno rilevato che tra il 2017 e il 2021 una società agricola del nuorese ha beneficiato illecitamente di 110mila euro di contributi comunitari, erogati per il sotegno diretto agli agricoltori nell’ambito della Politica Agricola Comune.

Somma non spettante in quanto l’amministratore pro tempore è risultato destinatario di una misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per due anni, divenuta definitiva in data 08/04/2017, ostativa al rilascio di tali aiuti pubblici per effetto della normativa antimafia.

Oltre alle contestazioni penali, l’impresa agricola ed il suo amministratore pro tempore sono stati segnalati dalle Fiamme Gialle alla locale Procura Regionale della Corte dei Conti per danno erariale e sanzionati amministrativamente per un importo pari all’illecito beneficio.

LEGGI ANCHE:  “Maladministration”. Segnalati 21 dipendenti pubblici per danno erariale.

Infine, è stata notiziata l’ARGEA, organismo regionale gestore, pagatore e di controllo in materia di finanziamento della politica agricola comunitaria, per il recupero degli aiuti indebitamente percepiti.