Francesco Orio e Vittorio Cuculo: doppio appuntamento al “Musica sulle Bocche”.

Un pianista di valore internazionale, un sassofonista emergente e alla batteria un “grande vecchio” del jazz italiano. Questi i principali ingredienti che animeranno il 16 agosto il festival Musica sulle Bocche. Sul palco allestito all’Anfiteatro La Cava di Sennori, saliranno alle 19.30 il trio del pianista Francesco Orio e alle 21 il quartetto del giovane sassofonista Vittorio Cuculo, accompagnato alla batteria da un monumento del jazz italiano, il batterista Gegè Munari.

Nel corso del primo appuntamento Francesco Orio – affiancato da Simone Di Benedetto al contrabbasso e Davide Bussoleni alla batteria – presenterà il progetto “OS”, che affonda le proprie radici nelle tradizioni antiche della musica sacra e folkloristica italiana ed europea, utilizzando melodie originali e suggestioni dal canto gregoriano, rivisitate anche con tecniche proto-minimaliste derivanti dalle prime forme polifoniche del IX secolo. 

Francesco Orio Trio
Francesco Orio Trio

Dalle 21 a salire sul palco sarà invece il Vittorio Cuculo Quartet. Alla guida della formazione il giovane e talentuoso sassofonista romano che a soli 27 anni ha al suo attivo importanti esperienze nazionali ed internazionali. Con lui ci saranno alla batteria “The Legend” Gegè Munari (storica figura del jazz nazionale e internazionale), Enrico Mianulli (tra i più rappresentativi contrabbassisti del jazz italiano) e al pianoforte Danilo Blaiotta.

LEGGI ANCHE:  'Musiche sulle Bocche', anteprime a Bulzi e Castelsardo.