Formazione Professionale: dopo 10 anni ecco il nuovo Contratto Collettivo Nazionale.

A distanza di dieci anni è stato firmato ieri il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro della formazione professionale 2024-2027.

Il testo è stato discusso in un ciclo di assemblee tenutesi nelle ultime settimane nelle quali, pur non nascondendo le criticità derivanti dalla complessità dei diversi sistemi regionali e dall’evoluzione organizzativa del settore, i lavoratori – iscritti e non iscritti – hanno dato ampio mandato alla FLC CGIL alla sottoscrizione.

Il contratto, firmato da FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA e SNALS Confsal con le organizzazioni di parte datoriale FORMA e CenFop, si articola su un quadriennio economico e due bienni economici, e produce un aumento a regime pari al 5% del salario tabellare sul primo biennio; l’introduzione del welfare sanitario a carico del datore di lavoro. Il contratto prevede inoltre esplicitamente l’apertura delle contrattazioni regionali, con la disponibilità di mille euro una tantum le cui modalità sono da negoziare e, successivamente, quelle di ente, alle quali è affidata la gestione di ulteriori istituti economici e normativi.

LEGGI ANCHE:  Italiani all'estero, il punto della Corte dei Conti sulla gestione 2017-2020 del fondo per la tutela dei rapporti commerciali.