“Don’t Stop Me Now”. L’ evento di Europe Direct per la festa dell’Europa.

L’emergenza COVID19 non ha fermato l’energia dei giovani studenti sardi impegnati nei percorsi Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo e A Scuola di Open Coesione. Oggi alle ore 10.00, in occasione della Festa dell’Europa, i ragazzi presenteranno in videoconferenza i loro lavori e racconteranno in che modo le politiche e i finanziamenti europei incidono nella vita quotidiana di tutti noi. 

“Don’t Stop Me Now!” è organizzato dallo Europe Direct Regione Sardegna e dallo Europe Direct del Comune di Nuoro. Al centro dell’iniziativa ci saranno i lavori dei ragazzi. Sono previsti inoltre anche gli interventi di Carlo Corazza, Capo ufficio del Parlamento europeo in Italia, del Team ASOC – A Scuola di Opecoesione,  dell’ISTAT, del Piano di Comunicazione del FESR Sardegna e della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

L’evento sarà registrato e reso disponibile nei siti e nelle pagine Facebook dello Europe Direct Regione Sardegna e dello Europe Direct Comune di Nuoro.

Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo. Il Parlamento europeo promuove il programma EPAS – European Parliament Ambassador School con lo scopo di informare i giovani sull’UE e le opportunità che offre loro, sulle sue attività e quelle dei deputati europei. Quest’anno gli studenti sono stati anche invitati a realizzare un video dal titolo “Io e il PE per l’Ambiente”.

Per la Sardegna ha partecipato al percorso l’IPSAR Gramsci di Monserrato. I ragazzi hanno realizzato un video su come il Poetto e il Parco di Molentargius, rispettivamente spiaggia e parco naturalistico della città di Cagliari, si sono trasformati grazie ai finanziamenti europei.

A Scuola di Open Coesione. ASOC è un percorso didattico innovativo finalizzato a promuovere e sviluppare nelle scuole italiane principi di cittadinanza attiva e consapevole, attraverso attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici europei e nazionali.

Festa dell’Europa . Il 9 maggio è il giorno in cui si celebrano la pace e l’unità europea. La Festa dell’Europa ricorda l’anniversario della storica dichiarazione Schuman. In occasione di un discorso a Parigi, nel 1950, il ministro degli Esteri francese Robert Schuman espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l’Europa, che avrebbe reso impensabile una guerra tra le nazioni europee. La sua ambizione era quella di creare un’istituzione europea che avrebbe messo in comune e gestito la produzione del carbone e dell’acciaio. Un trattato che dava vita ad una simile istituzione è stato firmato appena un anno dopo. La dichiarazione di Schuman è considerata l’atto di nascita dell’Unione europea.

 

LEGGI ANCHE:  "L'Europa dei quartieri": oggi il dialogo con i giovani del Centro Strakrash.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.