Europei: ecco Punto Italia, il consolato mobile per i tifosi italiani in Germania.

E’ stato presentato oggi alla Farnesina il “Punto Italia”: una postazione consolare itinerante, allestita su un Ufficio mobile della Polizia di Stato, che si sposterà fra le varie città della Germania per fornire assistenza ai numerosi tifosi italiani che seguiranno la nostra Nazionale di calcio.

“Abbiamo voluto avviare questa inedita collaborazione tra la Farnesina e la Polizia di Stato per fornire un’assistenza consolare ancora più rapida ed efficiente a tutti i cittadini italiani che seguiranno la nostra Nazionale agli Europei di calcio” ha commentato Antonio Tajani, che ha evidenziato l’obiettivo di rispondere al meglio alle esigenze dei connazionali all’estero, soprattutto in casi di emergenza, e migliorare i nostri servizi consolari.

LEGGI ANCHE:  Playoff, Ranieri: "Testa al Venezia".

“Una iniziativa che consentirà di essere più vicini ai nostri concittadini durante gli Europei di calcio. A questa attività si affianca una importante collaborazione della Polizia di Stato con le autorità tedesche. Nostri agenti e funzionari, esperti di tifoserie, saranno in Germania dove collaboreranno con le forze di polizia del Paese ospitante per garantire le migliori condizioni di sicurezza nello svolgimento degli eventi sportivi” ha aggiunto il minstro Matteo Piantedosi.

Il “Consolato mobile” sarà collocato nei luoghi di maggior afflusso dei tifosi italiani, quali stazioni o stadi. Le città in cui giocherà al Nazionale sono Dortmund (15 giugno Italia-Albania), Gelsenkirchen (20 giugno Italia-Spagna) e Lipsia (24 giugno Italia-Croazia). Ulteriori tappe dipenderanno dall’esito delle qualificazioni.

LEGGI ANCHE:  Jack Devecchi. Rottura del legamento crociato.

Nell’Ufficio mobile della Polizia di Stato, allestito con livrea d’istituto e ove saranno presenti anche operatori della Polizia di Stato, il personale del Ministero degli Esteri in servizio presso gli Uffici consolari in Germania competenti per territorio offrirà una serie di servizi di assistenza: contatti con i familiari in Italia in caso di necessità; emissione di documenti di viaggio di emergenza; assistenza e/o intermediazione linguistica con le forze dell’ordine locali o in caso di necessità sanitarie; assistenza legale.