Responsabilizzazione dei consumatori. In vigore le nuove norme Ue.

Entra in vigore la nuova normativa dell’UE sulla responsabilizzazione dei consumatori per la transizione verde. Prima di acquistare un prodotto, secondo le nuove misure, i consumatori otterranno informazioni migliori e più armonizzate sulla sua durabilità e riparabilità. I consumatori saranno inoltre meglio informati sui loro diritti di garanzia legale. Inoltre, sarà vietato formulare asserzioni ambientali vaghe, il che significa che le imprese non potranno più dichiarare di essere “verdi” o “rispettose dell’ambiente” se non saranno in grado di dimostrare di esserlo realmente. Saranno ancora vietate le pratiche commerciali sleali legate all’obsolescenza precoce, come le false dichiarazioni sulla durabilità di un bene.

Responsabilizzare i consumatori per la transizione verde significa fornire ai cittadini europei gli strumenti per compiere scelte informate e impedire l’uso nel mercato unico di pratiche quali il greenwashing e l’obsolescenza precoce“, ha dichiarato la Vicepresidente per i Valori e la trasparenza Věra Jourová.

LEGGI ANCHE:  Pnrr, Governo Meloni in ritardo: 17 scadenze entro il 30 giugno.

Gli Stati membri dell’UE sono tenuti a recepire la direttiva nel diritto nazionale entro martedì 27 marzo 2026. Le norme si applicheranno a decorrere dal 27 settembre 2026.