Energie alternative e nuovi incendi. Incontro tra i partner dei progetti Medstar e MedCopfire.

La Regione Sardegna partecipa, in qualità di partner capofila, a due progetti europei di cooperazione transfrontaliera denominati “MedStar” e “MedCopfire”. Oltre alla Sardegna, anche le Regioni Liguria e Toscana, la Corsica e le regioni francesi delle Alpi Marittime e Provenza-Alpi-Costa Azzurra, faranno parte del partenariato, ricordano dall’Assessorato alla Difesa dell’Ambiente.

Nell’ambito dell’attività del progetto, riferita alla “Formazione congiunta e scambi di esperienze per la definizione di modelli condivisi di gestione territoriale e degli incendi”, il Corpo forestale ha organizzato una giornata di confronto con gli altri partner del progetto su “Energie alternative e nuovi incendi”. Incontro focalizzato sull’analisi delle criticità operative nella gestione degli incendi in aree caratterizzate dalla presenza di centrali eoliche e fotovoltaiche.

LEGGI ANCHE:  Cagliari-Crotone. Emessi altri 4 D.A.Spo.

Durante l’evento, il personale Gauf (Gruppo azione analisi del fuoco) della Stazione forestale di Bonorva e dell’Ispettorato forestale di Sassari ha presentato, offrendo una dimostrazione pratica del suo utilizzo, il nuovo mezzo allestito dal Corpo forestale nell’ambito di un altro progetto comunitario (progetto “Medcoopfire”) e destinato ai gruppi Gauf del Corpo forestale, che nella prossima campagna antincendio saranno impegnati nelle tattiche di controfuoco e fuoco prescritto in opposizione ai grandi incendi.

A conclusione delle giornata, è emersa la necessità di rivolgere l’attenzione al tema incendi che interessano queste aree non soltanto nelle fasi di lotta, ma anche e soprattutto al tema della prevenzione cercando di sensibilizzare in merito le società di gestione degli impianti.

LEGGI ANCHE:  Incendi in Sardegna. Arrestato un altro incendiario.