Daphne Caruana Galizia, Sassoli: “Inaccettabile morire così”

David SassoliLe istituzioni europee ricordano l’omicidio di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa due anni fa in un attentato a Malta. David Sassoli, Presidente del Parlamento europeo, ha omaggiato, in data odierna, la figura della Caruana Galizia: “Daphne Caruana Galizia avrebbe avuto oggi 55 anni e una carriera brillante ancora davanti. Invece, siamo qui oggi a renderle omaggio perché il suo impegno e la sua dedizione come giornalista l’hanno portata via troppo presto”.

Il Presidente Sassoli, giornalista di lungo corso, ha ricordato che: “È triste, ma allo stesso tempo necessario, ricordare l’importanza della libertà di espressione e di stampa in paesi democratici come i nostri. È drammatico pensare che nel XXI secolo ci sia ancora bisogno di moniti a difesa dei diritti e delle libertà dei cittadini: questi sono il fondamento dei nostri valori europei e devono essere protetti e rispettati quotidianamente”.

LEGGI ANCHE:  Guerra in Ucraina, Cor: "Rafforzare partenariato orientale".

Ancora avvolti nel mistero i mandanti dell’uccisione della giornalista maltese come ha sottolineato David Sassoli: “Vogliamo incoraggiare e sostenere il percorso della giustizia, il lavoro della magistratura e delle autorità maltesi nel tentativo di fare piena luce sull’efferato omicidio di Daphne. Morire perché si sta svolgendo correttamente il proprio lavoro è semplicemente inaccettabile ed è raccapricciante pensare che secondo i dati pubblicati in occasione del World Press Freedom Day, nel 2018 sono morti ben 95 giornalisti. Inoltre, sempre secondo il World Press Freedom Index, soltanto un Paese su 4 può definire libera la sua informazione, nonostante la stampa sia uno dei capisaldi dei nostri sistemi democratici.

LEGGI ANCHE:  Prosegue la guerra "per conto terzi": dagli USA altri 150 milioni in armamenti per l'Ucraina.

Da giornalista e da uomo delle istituzioni il Presidente dell’Europarlamento ha inviato il suo messaggio di solidarietà ai tanti giornalisti in pericolo: “Voglio manifestare apertamente la mia vicinanza e il mio sostegno a tutti quei giornalisti, uomini e donne coraggiosi, che come Daphne, sono costretti a sacrificare qualcosa della loro vita, se non la vita stessa, per la ricerca di uno dei beni più preziosi delle nostre democrazie: la verità. Il Parlamento europeo vuole essere custode dei valori di Daphne Caruana Galizia”.

foto “CC-BY-4.0: :copyright: European Union 2019 – Source: EP”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.