Crisi energetica, Mario Draghi: “Unità nei prossimi Consigli europei”.

“La crisi energetica richiede da parte dell’Europa una risposta che permetta di ridurre i costi per famiglie e imprese, di limitare i guadagni eccezionali fatti da produttori e importatori, di evitare pericolose e ingiustificate distorsioni del mercato interno e di tenere ancora una volta unita l’Europa di fronte all’emergenza. Davanti alle minacce comuni dei nostri tempi, non possiamo dividerci a seconda dello spazio nei nostri bilanci nazionali. Nei prossimi Consigli Europei dobbiamo mostrarci compatti, determinati, solidali – proprio come lo siamo stati nel sostenere l’Ucraina”, ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Draghi.

foto Governo.it licenza CC-BY-NC-SA

LEGGI ANCHE:  Draghi al Senato: "Sono qui solo perché gli italiani lo hanno chiesto".