Continuità territoriale aerea, 410 euro per un volo Olbia-Roma, Moro chiama l’AGCM.

410,17 euro. Questo il prezzo per un biglietto Olbia-Roma, operato da Volotea, segnalato oggi dall’Assessorato dei Trasporti all’AGCM, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Tariffa, spiegano dall’Assessorato, risultata essere 5 volte superiore rispetto al costo massimo applicabile ai titoli di viaggio in continuità territoriale per i residenti in Sardegna.

“La tariffa proposta sul volo Olbia-Roma da Volotea – ha dichiarato l’assessore dei Trasporti, Antonio Moro – è una tariffa che è figlia di quelle politiche di prezzo e di profitto, caratterizzate da un alto tasso di speculazione che, in un momento di picco della domanda, come è quella che si manifesta nel cosiddetto controesodo, praticano alcune compagnie che operano sulle rotte da e per la Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari. Il comune a sostegno della natalità

Un fenomeno reso ancora più grave, prosegue Moro, perché si manifesta in uno dei collegamenti della continuità territoriale, dove come è noto, il vettore opera in regime di esclusività.

«Auspichiamo dunque – conclude l’esponente della Giunta Solinas – un tempestivo intervento da parte dell’autorità garante e del governo, perché trovino piena applicazione le disposizioni a tutela dei consumatori, introdotte con il decreto contro il “caro voli”, allo stesso modo di come ci auguriamo che le speculazioni sulle tariffe nei collegamenti da e per la nostra Isola, trovino un’adeguata attenzione da parte della commissione europea, affinché siano adottate misure urgenti per il ripristino di un opportuno tetto tariffario nei voli della continuità territoriale Sardegna-Continente”.

LEGGI ANCHE:  Dopo il flop delle 'Academy' arrivano 8 milioni per la formazione in azienda.