“Connessioni 2022”: il terzo settore europeo arriva in Sardegna.

Prenderà il via domani l’edizione 2022 di “Connessioni: la fiera internazionale del volontariato“. Il congresso degli operatori del terzo settore in Europa, spiegano i promotori della TDM2000 International, “avviene nel segno della cooperazione internazionale e della promozione della cittadinanza attiva”.

Nel corso del fitto programma di attività il “Villaggio Globale” di Connessioni – che quest’anno vedrà la partecipazione di circa 140 rappresentanti di organizzazioni di volontariato europee – sarà fatto il punto sullo stato di salute del volontariato in Europa capace, anche in un periodo di profonda crisi geopolitica, di sostenere la macchina dell’accoglienza e dell’inclusione dei soggetti più vulnerabili. Ma, non solo! Gli incontri inseriti nella manifestazione prevedono di mettere in rete le buone pratiche per il sociale realizzate nei diversi Paesi europei, nonché nuove idee per innescare progettualità tra comitati, istituzioni, cittadini e associazioni di volontariato: “Attraverso “Connessioni” – proseguono dalla TDM2000 International – ci poniamo l’ambizioso obiettivo di intrecciare una rete transnazionale di cooperazione che nasca in Sardegna, terra di volontariato e impegno, per poi svilupparsi nel resto del mondo”.

Connessioni 2019
Connessioni 2019

Proprio nell’ambito di “Connessioni”, lo scorso 27 dicembre 2020, dopo 12 mesi di attività, era stata elaborata e approvata la Carta Transnazionale dell’Impegno Sociale, in collaborazione con 38 associazioni europee. Uno strumento di lavoro, ricordano i promotori, “nato in risposta alle criticità prodotte dalla crisi pandemica e con l’esigenza di rilanciare il progetto di una casa comune europea e

LEGGI ANCHE:  AREA, riqualificazione energetica: avviata la consultazione preliminare per 35mila edifici.

Una comunità europea che darà vita, mercoledì 23 novembre dalle ore 15:00 nel “Teatro del Segno” di Cagliari, all’evento di networking “Connessioni – Is Mirrionis Europa”, mettendo in contatto i portatori di interesse europei e della Sardegna e, novità dell’edizione 2022, evidenziando le interconnessioni tra solidarietà e turismo. Il tutto nella cornice di Is Mirrionis, quartiere periferico oggetto di un processo di rigenerazione urbana.”L’impegno sociale, declinato in una dimensione interregionale o internazionale, genera rilevanti flussi di mobilità di cui beneficiano strutture d’accoglienza e, in generale, le comunità in cui esse operano. Analogamente il turismo consapevole rappresenta un importante strumento di promozione dei territori e della cultura locale. Il turismo – concludono dalla TDM2000 International – laddove sostiene la consapevolezza, pone le basi per progetti e iniziative di carattere socioculturale, impattanti per la creazione di ricchezza nel territorio”.

LEGGI ANCHE:  Sassari: lo Sportello stranieri si contatta con una videochiamata.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata