Cala Gonone, Roberto Deriu: “Guardia turistica senza medici”.

L’ambulatorio della guardia medica turistica di Cala Gonone resta sguarnito. Nonostante i bandi pubblicati dalla Assl per assegnare l’incarico, non si è registrato alcun partecipante. L’allarme, lanciato da residenti e turisti, è oggetto di un’interrogazione presentata alla Regione dal consigliere del PD Roberto Deriu. “L’assenza del servizio di guardia medica turistica a Cala Gonone rischia di causare un sovraccarico di lavoro per i sanitari di medicina generale e per la guardia medica di Dorgali, compromettendo l’ordinaria gestione del flusso di pazienti presso quest’ultima”, denuncia il consigliere dem.

L’esito dei bandi finora emanati dall’ATS e dall’ASSL di Nuoro per il conferimento di incarichi provvisori e di sostituzione nel Servizio di Assistenza Sanitaria nella località turistica di Cala Gonone è stato infatti negativo, e pertanto il servizio di guardia medica turistica risulta attualmente scoperto. “Cala Gonone è una località soggetta ad un importante flusso turistico durante il periodo estivo – precisa Deriu – ma allo stato attuale, in caso di necessità, i turisti possono rivolgersi soltanto ai sanitari di medicina generale o alla guardia medica di Dorgali, rischiando di causare grossi disagi”.

LEGGI ANCHE:  CDP, nuove misure straordinarie per l’emergenza Coronavirus

Per questo motivo, il consigliere del Partito Democratico interroga l’assessore alla sanità sulla vicenda: “Vogliamo sapere quando verrà risolto il problema – conclude Deriu -. Al fine da evitare ulteriori disagi a tante famiglie e al sistema sanitario locale, già provato in seguito all’emergenza Coronavirus”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.