Cagliari. Al via i Mercatini tradizionali di Natale.

Quarantatré casette in legno, un albero di natale alto sei metri, animazione per le strade il tutto racchiuso in trentanove giorni dedicati alla magia del Natale. Questi i numeri dei Mercatini tradizionali di Natale a Cagliari che, dopo la lunga attesa di un anno per la pandemia, riaprono i battenti.

A partire da oggi, il Corso Vittorio Emanuele II e la Piazza Yenne diventeranno il cuore pulsante del Natale nel capoluogo sardo con le casette in legno che accoglieranno cittadini e turisti, pronti a riassaporare il clima natalizio.

L’obiettivo è quello di far vivere un periodo di serenità e far respirare l’atmosfera del Natale soprattutto ai bambini che per troppo tempo hanno dovuto subire le limitazioni dettate dalle norme sul contenimento del Covid-19.

LEGGI ANCHE:  Corse clandestine a Cagliari, sanzioni e sequestri a Sant'Elia.

I dettagli della manifestazione, che animerà il centro storico e le vie dello shopping, sono stati illustrati dal Sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, dall’Assessore alle Attività Produttive, Alessandro Sorgia e dagli organizzatori, Emanuele Frongia e Ornella Porcedda del Centro Commerciale Naturale Corso Vittorio Emanuele II.

“Quando ci siamo incontrati a ottobre – la conferma di Emanuele Frongia – è stato chiaro che questo dovesse essere un Natale dedicato ai bambini. Abbiamo tante sorprese per questa edizione e sono già pronti spettacoli di animazione, cori, musica e gli Elfi in giro per le strade insieme a Babbo Natale”.

“Speriamo – ha concluso Ornella Porcedda, vice Presidente del CCN Corso Vittorio – che tutto vada bene e che si possa vivere un Natale sereno”.

LEGGI ANCHE:  Il Cholito illude, la Lazio vince.