Attacco terroristico di Nizza: question time con i ministri Bellanova, Speranza, Lamorgese e Provenzano.

Si svolge oggi, alle 15, il question time con i ministri Teresa Bellanova, Roberto Speranza, Luciana Lamorgese e Giuseppe Provenzano.

La ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova, risponderà a una interrogazione sulle iniziative urgenti a contrasto del rischio di diffusione della peste suina africana in Italia e a sostegno del comparto suinicolo.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, replicherà, invece, alle interrogazioni sulle iniziative concernenti l’istituzione del servizio nazionale di risposta telefonica per la sorveglianza sanitaria, con particolare attenzione all’attribuzione delle competenze per l’efficace funzionamento dell’App Immuni e sulle iniziative volte ad assicurare l’applicazione sull’intero territorio nazionale dell’accordo per effettuare i test antigenici rapidi presso i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

LEGGI ANCHE:  Ristori per incendi e calamità naturali, luce verde dalla commissione Ambiente.

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, sarà chiamata a rispondere alle interrogazioni parlamentari sulle iniziative normative volte a prevedere deroghe al divieto introdotto dal decreto-legge n. 113 del 2018 in materia di circolazione in Italia di veicoli con targa estera, con particolare riferimento ai residenti nelle zone di confine e ai “servizi di cortesia” e sui controlli effettuati, anche per finalità antiterroristiche, in ordine agli sbarchi di immigrati irregolari avvenuti in Italia. Particolarmente spinosa anche l’interrogazione della deputata Lucia Ravetto (Forza Italia) sui controlli e i provvedimenti adottati con riguardo all’immigrato tunisino individuato come autore dell’attentato di Nizza del 29 ottobre 2020 e sulle iniziative volte alla revisione della strategia di accoglienza dei migranti e, infine, sulle iniziative per contrastare il fondamentalismo e il terrorismo islamico, anche in considerazione dei recenti attentati compiuti in Francia e in Austria.

LEGGI ANCHE:  Il Tar respinge il ricorso della Regione. Solinas: "Questa sentenza conferma una decisione arbitraria di uno Stato ostile alla Sardegna".

Infine, interverrà il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Giuseppe Provenzano, per rispondere a una interrogazione sulle iniziative volte a rendere strutturale la riduzione del carico contributivo del 30 per cento introdotta dal decreto-legge n. 104 del 2020 in favore del Mezzogiorno.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata 2020