Arrestato 50enne per maltrattamenti verso la propria compagna.

Erano le 23 di ieri sera, quando sulla linea del 113 è giunta una richiesta di aiuto da parte di una donna vittima dell’ennesimo episodio di violenza da parte del suo compagno. Grazie alla professionalità dell’operatore del Centro Operativo della Questura di Cagliari, l’intervento degli Agenti della Squadra Volante è stato immediato, cogliendo in piena flagranza l’uomo con ancora in mano un pezzo di legno ricavato da una delle porte dell’appartamento. Alla vista dei poliziotti, il soggetto, un 50enne di Roma ben noto alle Forze di Polizia e già sottoposto agli arresti domiciliari per maltrattamenti dallo scorso Aprile 2020, si è scagliato contro di loro cercando di colpirli con calci e pugni. Messo subito in sicurezza, gli operatori hanno ricostruito i fatti avvenuti nell’ultimo periodo.

LEGGI ANCHE:  50 ordinanze di custodia cautelare per reati connessi all'indebito rilascio del Greenpass.

La donna, vittima costante di vessazioni e minacce da parte del suo compagno, ieri ha trovato finalmente il coraggio di chiedere aiuto alla Polizia. Dopo essere stata nuovamente minacciata e offesa, la donna è stata più volte colpita dall’uomo con uno stipite staccato da una porta dell’appartamento. Questo non è che l’ultimo episodio di una lunga escalation di violenze fisiche e psicologiche a cui la vittima è stata sottoposta nell’ultimo anno.

Il soggetto è stato tratto in arresto per i reati di maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale e condotto presso la Casa Circondariale di Uta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.