Anno Europeo dei giovani: giovedì il lancio all’Ara Pacis di Roma.

Il 24 marzo, dalle ore 11 alle 14, presso la Sala Auditorium dell’Ara Pacis di Roma, si terrà l’evento italiano per il lancio dell’Anno Europeo della Gioventù. L’evento, realizzato in modalità ibridala, vedrà la partecipazione della ministra per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone, e della Commissaria Europea con delega alla gioventù Marija Gabriel.

Il 15 settembre scorso, nel suo discorso sullo stato dell’Unione, la Presidente Ursula von der Leyen ha dichiarato il 2022 Anno Europeo dei Giovani (AEG), con l’obiettivo di assicurare un maggiore coinvolgimento delle nuove generazioni nella vita democratica dell’Europa, sia per rafforzare e rivitalizzare il progetto comune di Unione Europea, che per sostenere, in una prospettiva post-pandemia, il loro sviluppo personale, sociale e professionale in un mondo più verde, digitale e inclusivo.

LEGGI ANCHE:  Giovani imprenditori, la ministra Dadone ospite a Spazi: "Giovani ruolo fondamentale". Ma nel Pnrr nazionale ci sono soltanto prestiti per gli aspiranti imprenditori.

L’evento, spiegano i promotori, sarà diviso in tre parti. Ci sarà una sessione introduttiva con la presentazione di progetti e iniziative, introdotto da Marco De Giorgi, Capo Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, a cui seguiranno gli interventi di Lucia Abbinante, Direttrice dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, di Manuel Sanchez, Direttore dell’European Youth Card Association, di Antony Gooch, direttore Della comunicazione dell’OCSE, e di Maria Cristina Pisani, Presidente del Consiglio Nazionale Giovani.

La seconda parte sarà aperta dalla Ministra per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, con la partecipazione della Commissaria Europea con delega alla gioventù Marija Gabriel e del Sindaco di Tirana Erion Vellaj. In questa sessione, più interattiva, è previsto un dialogo tra le istituzioni e giovani cittadini e cittadine presenti in sala.

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili, si rafforza la cooperazione Italia-Francia.

L’ultima parte della conferenza sarà affidata alle conclusioni della Commissaria Europea con delega alla gioventù, Marija Gabriel.

foto gioventu.gov.it