Aeroporto di Alghero, cittadina nigeriana arrestata per detenzione e trasporto di sostanze stupefacenti.

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Alghero, hanno tratto in arresto una donna di nazionalità nigeriana in arrivo da Milano Malpensa.

Individuata nella sala arrivi dell’aeroporto “Riviera del Corallo”, durante l’intervista di routine a cui è stata sottoposta dai finanzieri ha manifestato subito evidenti segni di tensione che hanno indotto i militari ad approfondire il controllo, che ha dato esito positivo. La successiva ispezione dello zaino e la perquisizione personale hanno permesso di rinvenire 6 ovuli contenenti eroina brown sugar (prodotta in larga parte nelle regioni montuose a cavallo tra Pakistan e Afghanistan).

La donna è stata accompagnata presso una struttura ospedaliera della cittadina catalana per maggiori accertamenti e i successivi esami clinico-diagnostici hanno evidenziato la presenza di ulteriori 41 ovuli ingeriti, contenenti complessivamente, circa 600 grammi di sostanza stupefacente.

Guardia di finanza
Gli ovuli sequestrati

Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari, l’arrestata è stata immediatamente condotta presso il carcere di Bancali per essere posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LEGGI ANCHE:  Cnr: "Una piattaforma elettronica per prevenire Xylella".

Si tratta del quarto importante sequestro di droga operato nelle ultime tre settimane dalle Fiamme Gialle nei
confronti di corrieri appena arrivati sull’Isola. Lo scorso 21 gennaio era stato arrestato in flagranza di delitto un giovane cittadino venezuelano, per detenzione e trasporto di 660 grammi di cocaina purissima, suddivisa in ovuli pure in questo caso occultati in corpore. Il 23 gennaio successivo, presso il Porto “Isola Bianca”, i finanzieri del Gruppo di Olbia hanno tratto in arresto un uomo appena sbarcato da una nave proveniente da Livorno alla guida di un camion frigo contenente pesce, perché trovato in possesso di 12 kg di cocaina suddivisa in panetti da un chilo. Il 9 febbraio scorso, sempre nell’aeroporto di Alghero, i militari della locale Compagnia hanno arrestato un’altra giovane donna di nazionalità nigeriana appena sbarcata da un volo proveniente da Bologna, con 300 grammi di eroina brown sugar suddivisi in 25 ovuli ingeriti.

LEGGI ANCHE:  Storia del miracoloso farmaco da banco chiamato eroina.