Accoltellamenti alla Marina: tre giovani tunisini fermati.

La Polizia di Stato ha identificato e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria, per gli accoltellamenti avvenuti nel quartiere Marina, 3 giovani cittadini di origini tunisine, richiedenti asilo e ospiti preso il C.A.S. di Monastir.

I tre giovani, tra i 25 e i 27 anni, sabato scorso, avevano organizzato una “spedizione punitiva” finalizzata a vendicare l’accoltellamento di uno di loro, ad opera di due algerini, verificatosi due giorni prima, nello stesso quartiere Marina.

Nella circostanza i tre fermati, insieme ad altri connazionali al momento non identificati, dopo aver individuato a caso due algerini in giro nel quartiere, li avevano dapprima malmenati e poi feriti con armi da taglio. Una delle vittime, in particolare, aveva riportato colpi al volto e in più punti del torace.

LEGGI ANCHE:  Forestale. 3325 controlli e 4 sanzioni nelle ultime 24 ore.

Nel corso delle perquisizioni effettuate presso il C.A.S di Monastir, nelle stanze in uso ai presunti autori dell’aggressione, sono stati rivenuti indumenti e coltelli verosimilmente utilizzati durante l’azione delittuosa e, nella disponibilità di due dei giovani indagati, nonché tre chilogrammi di marijuana.

Al termine degli accertamenti i tre fermati sono stati condotti presso la casa Circondariale di Uta a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata