Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Impugnazione della Legge 7, Antonello Peru: "Scelta esclusivamente politica". - Sardegnagol

Impugnazione della Legge 7, Antonello Peru: “Scelta esclusivamente politica”.

La Città Metropolitana di Sassari rischia di rimanere fuori dai fondi PON Metro 2021/2027. È questa per il consigliere regionale del gruppo UDC-Cambiamo!, Antonello Peru, la prima conseguenza della decisione del Governo Draghi di impugnare la Riforma degli Enti Locali della Sardegna, la legge 7 del 12 aprile 2021.

“Non ci sono dubbi che si tratti di una scelta esclusivamente politica”, tuona Peru. “Di tecnico c’è solo il pretesto utilizzato per portare avanti l’ennesimo attacco diretto alla nostra Autonomia”.  

“Noi – prosegue – abbiamo seguito la linea del confronto con lo Stato, rispondendo puntualmente ai rilievi tecnici che erano stati formulati dal Dipartimento per le Riforme Istituzionali”.

Antonello Peru
Antonello Peru

“Evidentemente – attacca l’esponente della maggioranza – ci sono logiche che non solo a Roma qualcuno continuare a tutelare. E devo dire anche alla nostra maggioranza che non serve solo approvare le leggi, bisogna poi avere anche la forza di difenderle a tutti i livelli. Quello che è stato fatto nella passata legislatura quando nessuno si permise di impugnare la legge di riforma che istituì solo la città metropolitana di Cagliari. Eppure anche in quel caso potevano essere sollevati gli stessi rilievi formulati alla nostra legge che istituisce anche la città metropolitana di Sassari e le Province di Gallura, Ogliastra e del Sulcis”.

LEGGI ANCHE:  Diabete, Antonello Peru: "Fondi per sensori in finanziaria".

Impugnazioni a orologeria sulle quali gravano due pesi e due misure per Peru: “Si dirà che la Regione allora poteva contare su un governo ‘amico’. E allora dobbiamo prendere atto che continuiamo a trovarci di fronte un governo che calpesta i nostri diritti e le nostre prerogative. Ma se non dimostriamo autorevolezza politica sarà sempre più difficile difendere le nostre ragioni e la nostra autonomia”.