World music al Premio Andrea Parodi 2019

Il Premio Andrea Parodi alla sua 12a edizione raggiunge pienamente la statura internazionale. Lo testimonia la provenienza dei dieci finalisti che si fronteggeranno a Cagliari dal 10 al 12 ottobre, nell’unico contest italiano di world music. Eccoli: A.T.A. – Acoustic Tarab Alchemy (Tunisia e Lazio) con il brano “Fattouma”, in lingua araba; Saly Diarra (Senegal) con “Musow” in lingua bambara: Arsene Duevi (Togo) con “Agamà”, in lingua ewè Fanfara Station (Tunisia, Italia e USA) con “Rahil”, lingua tunisina; Krzikopa (Polonia) con “Hasiorki”, in lingua silesiana; Maribop (Spagna) con “Un munnu dintra un munnu” in lingua siciliana e basca; Federico Marras Perantoni (Sardegna) con “Canzona di mari n.2 – Fóggu e fiàra”, in lingua sarda; Elliott Morris (Regno Unito) con “The End of The World Blues”, in lingua inglese; Setak (Abruzzo) con “Marije”, in lingua abruzzese; Suonno D’Ajere (Campania) con “Suspiro”, in lingua napoletana. La manifestazione per la prima volta si terrà nell’Auditorium del Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.

LEGGI ANCHE:  "Karla Jones & the Sound of Praise". Dalla Florida ad Alghero l’emozione del Gospel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.