Walter Zenga: “Abbiamo perso ma a testa alta”.

“Abbiamo perso ma a testa alta”. Così Walter Zenga ha riassunto le proprie impressioni sull’incontro Lazio-Cagliari. Una gara sulla quale il tecnico milanese ha ben poco da recriminare all’11 sceso in campo all’Olimpico: “Il nostro primo tempo mi è piaciuto molto. Avevo abbassato gli interni in modo da stoppare i difensori centrali della Lazio che creavano superiorità in mezzo. Cambiare modulo più volte nel corso della partita e non risentirne è un segno che i ragazzi si applicano, mi seguono e danno il massimo – ha proseguito Zenga -. Non dimentichiamo che affrontavamo una squadra con valori assoluti, che lavora insieme da anni, ha conteso a lungo lo scudetto alla Juventus e ha conquistato la qualificazione in Champions: noi abbiamo mostrato determinazione, costanza, attenzione”.

LEGGI ANCHE:  Rottura del neo-legamento crociato anteriore per Marko Rog.

“Ho cercato di dare una identità e una fisionomia ben precisa. Ho preso in mano una squadra reduce da un periodo negativo, dopo il lockdown ci siamo allenati senza amichevoli e quindi abbiamo dovuto giocare una volta ogni tre giorni, con pochissimo tempo a disposizione per lavorare”.

Foto Cagliari Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.