Uniss: 11 milioni per l’abbattimento del digital divide.

Nella seduta del 16 luglio 2020, il Consiglio di amministrazione dell’Università degli Studi di Sassari ha deliberato lo stanziamento di un milione di euro per dotare il personale tecnico-amministrativo e bibliotecario di strumenti informatici a supporto dell’attività in lavoro agile o dalla propria postazione (pc, connessione web, ecc.). Una dotazione finanziaria che va ad aggiungersi alle risorse assegnate al Centro linguistico di Ateneo per favorire l’attività da remoto di collaboratori linguistici e lettori (20mila euro) ai piani di ricerca di docenti e ricercatori (2 milioni e 280 mila euro) per il piano di rientro negli uffici e nelle aule secondo le norme di sicurezza anti-Covid (500mila euro) e, infine, per dotare gli studenti di pc, tablet e strumenti di connettività in comodato d’uso gratuito (circa 7 milioni di euro). Risorse che complessivamente raggiungono la considerevole somma di 11 milioni di euro.

LEGGI ANCHE:  Manifestazioni e divieti, USB: "Prove tecniche di repressione?".

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.