Turismo: segnali di ripresa confermati anche nel 2023. 2,92 miliardi di pernottamenti.

Nel 2023, il turismo nell’UE ha continuato a mostrare segni di ripresa dalla pandemia di COVID-19. Il numero stimato di pernottamenti nelle strutture ricettive turistiche nel 2023, infatti, ha raggiunto i 2,92 miliardi, superando dell’1,6% il livello pre-pandemia del 2019 (2,87 miliardi) e stabilendo un anno record per il settore ricettivo dell’UE. 

Nel 2023, si legge nell’ultima rilevazione dell’Eurostat, sono stati trascorsi 171 milioni di pernottamenti in più rispetto al 2022 (+6,3%), trainati principalmente da un aumento dei pernottamenti degli ospiti internazionali (+146 milioni) e in misura minore da un aumento dei pernottamenti degli ospiti nazionali (+ 25 milioni). I livelli di turismo (in termini di pernottamenti) erano superiori del 25% rispetto a dieci anni prima (2013: 2,33 miliardi di pernottamenti). 

LEGGI ANCHE:  Turismo: gli anziani viaggiano più vicino a casa e fuori dall’alta stagione.

Rispetto al 2022, quasi tutti i membri dell’UE hanno registrato un aumento nel 2023, solo il Lussemburgo ha registrato un leggero calo (-0,1%). A Malta e Cipro la crescita ha superato il 20% e in altri 8 membri dell’UE ha superato il 10% (Slovacchia, Lettonia, Bulgaria, Austria, Repubblica Ceca, Portogallo, Romania e Grecia). In termini assoluti, l’aumento maggiore dei pernottamenti è stato osservato in Germania (+32,8 milioni di pernottamenti) e Spagna (+32,3 milioni di pernottamenti). 

Dopo 3 anni con una quota significativamente più bassa di turisti internazionali (rispettivamente 29%, 32% e 44% di tutti i pernottamenti trascorsi nel 2020, 2021 e 2022), gli stranieri hanno rappresentato il 46% dei 2,87 miliardi di pernottamenti trascorsi nel 2023. Questo mostra un quasi ritorno al contributo pre-pandemia dei turisti internazionali (47%). Tuttavia, in termini di volume, il turismo internazionale continua a recuperare terreno (-0,4% rispetto al 2019).  

LEGGI ANCHE:  Turismo. Al via la campagna internazionale 2022. Bolle, Pellegrini e Bebe Vio sono i nuovi Ambasciatori dell'Italia nel mondo.

Per quanto riguarda l’alloggio, gli alberghi e gli alloggi simili sono stati il ​​segmento dominante con 1,8 miliardi di pernottamenti (63% del totale), seguiti da vacanze e altri alloggi per soggiorni di breve durata (24%). I campeggi rappresentano il 13% del totale.