Tributo a Toto Cutugno: “L’Italiano” illumina la Città di Sanremo.

Carosello Records ha omaggiato la memoria del grande cantautore Toto Cutugno, scomparso lo scorso 22 agosto 2023, impreziosendo via Matteotti, proprio di fronte al Teatro Ariston, con l’installazione di speciali luminarie che riprendono il testo de “L’Italiano”, una delle sue canzoni più celebri, conosciute e cantate tanto in Italia quanto all’estero sino a divenire un vero e proprio inno dell’italianità in tutto il mondo. 

L’accensione inaugurale si è tenuta in presenza delle istituzioni locali, Amadeus, Carosello Records e Edizioni Curci, proprio a pochi giorni dall’inizio della kermesse canora.

“Toto Cutugno ha contribuito in modo determinante alla diffusione della musica italiana nel mondo ed il suo legame con il Festival di Sanremo è indissolubile. È per noi un onore omaggiare Toto a pochi mesi dalla sua scomparsa, celebrando “L’Italiano” in occasione della 74esima edizione del Festival di Sanremo. Le sue canzoni resteranno un patrimonio fondamentale della nostra cultura”, così commenta Dario Giovannni direttore generale di Carosello Records.

LEGGI ANCHE:  Festival di Sanremo, Andrea Costa al workshop "La Musica riparte in sicurezza".

L’iniziativa è stata fortemente voluta da Carosello Records, alla quale Toto è stato legato per tutta la sua carriera, con l’immediato supporto del Comune di Sanremo nel realizzare un sentito omaggio a un artista dalla carriera illustre e internazionale che ha fatto la storia della musica italiana, scegliendo proprio via Matteotti per il forte legame tra il Festival di Sanremo e Toto Cutugno: le sue 15 partecipazioni lo attestano tra gli artisti con maggiori presenze alla manifestazione canora, vincendo nel 1980 con il brano “Solo noi”. 

Dieci anni più tardi, a rimarcare l’internazionalità dell’artista, vinse anche l’Eurovision Song Contest con il brano “Insieme: 1992”.

Cantautore da oltre 100 milioni di copie, esponente della musica italiana più noto in tutto il mondo, ha saputo portare la semplicità e la tradizione della canzone italiana all’estero. Cutugno è stato un vero uomo di spettacolo, capace di passare con estrema disinvoltura dal cantautorato alla conduzione televisiva.

LEGGI ANCHE:  Riparte con “Cenerentola” e “Circo in Villa” la stagione teatrale del CeDAC.