Superbonus. La Regione acquisterà i crediti fiscali di famiglie e imprese.

Una nuova misura della Giunta regionale permetterà a breve di sbloccare i crediti di imposta legati al Superbonus e incagliati nelle cosiddette “maglie della burocrazia”. Le modalità di attuazione e le condizioni dell’acquisto dei crediti edilizi di bonus, superbonus 110% ed ecobonus saranno messe a punto nei prossimi tempi per acquistare i crediti che, secondo una stima, ammontano a circa 40-50 milioni di euro al mese.

Oltre 250 milioni di euro, divisi su tre tranche di finanziamento, sono infatti attualmente in istruttoria per la liquidazione delle domande presentate sulla linea B-Credito di Filiera Superbonus 110% del Fondo Sardinian Fintech, gestito da Sfirs, a fronte di 380 milioni di credito fiscale previsti.

LEGGI ANCHE:  Osservatorio regionale dispersione scolastica. Al via il primo tavolo regionale.

Iniziativa, quindi, che pone le basi per attivare un programma di acquisto di crediti da portare direttamente a compensazione dalla stessa Regione, favoredo la circolazione dei crediti di imposta e alleggerendo, così, il portafoglio di crediti degli ultimi concessionari e liberare la potenziale liquidità del sistema delle imprese edilizie e della filiera associata attualmente bloccata in crediti che non trovano collocazione.

La misura rappresenta il secondo intervento della Regione, che già, grazie al Sardinia Fintech attivato dal Centro Regionale di Programmazione e dalla Sfirs, aveva liberato liquidità (sotto forma di anticipazioni finanziarie da rimborsare con i crediti fiscali) per sostenere famiglie e imprese in una misura, il superbonus, che ha prodotto in Sardegna un totale di investimenti ammessi a detrazione pari a oltre 1 miliardo e 983 milioni di euro suddivisi in investimenti su edifici condominiali, edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti (Enea, rapporto di dicembre).

LEGGI ANCHE:  Antitrust: sanzione di oltre 3 milioni a Mondo Convenienza.

Dopo l’anticipazione dei crediti fiscali operata attraverso la finanziaria regionale, arriva ora il programma di acquisto della Regione che mette a disposizione degli operatori privati del mercato la propria capacità fiscale per l’acquisizione dei crediti che poi compenserà nei propri F24.

Sempre con la Finanziaria, accanto alle operazioni di acquisizione dei crediti, la Regione ha promosso anche un programma di garanzie pubbliche a favore delle imprese e dei privati: sarà infatti attivato  un programma di garanzia e controgaranzie per favorire  la negoziazione dei crediti tra soggetti privati nei limiti consentiti dalle norme e dalle circolari dell’Agenzia delle Entrate. 

Foto di 2211438 da Pixabay