SLA, la Regione Sardegna approva il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale.

Un unico percorso diagnostico terapeutico assistenziale per tutte le persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) in Sardegna, in grado di definire gli indirizzi per la corretta presa in carico integrata del paziente e il governo della continuità assistenziale su tutto il territorio regionale. È quanto contenuto nel nuovo PDTA – Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale – per la Sclerosi Laterale Amiotrofica, approvato con delibera dalla Giunta Solinas.

Attualmente sono circa 300 le persone affette da SLA nell’Isola, secondo le stime e gli studi epidemiologici nella popolazione sarda registrano dati più elevati rispetto alla media nazionale, sia per l’incidenza (sul nostro territorio le persone colpite da SLA ogni anno sono tra 2,5 e 3,6 ogni 100mila abitanti, contro il dato nazionale di 2,16 ogni 100 mila abitanti), sia per prevalenza (18 su 100mila abitanti contro un dato nazionale tra 6 e 8 su 100mila abitanti).

LEGGI ANCHE:  Fondo progettazione, 40 milioni ai comuni sardi.

L’obiettivo del PDTA è quello di garantire un modello assistenziale omogeneo sul territorio regionale.