Scuola, Patrizio Bianchi: “Occorre costruire sistemi educativi che sappiano formare cittadini responsabili per il pianeta”.

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha partecipato, questo pomeriggio, in videoconferenza, alla tavola rotonda promossa nell’ambito della Conferenza Mondiale dell’Unesco sull’attuazione dell’Educazione allo sviluppo sostenibile per il 2030.

“Lo sviluppo sostenibile deve essere un tema cardine a livello internazionale – ha sostenuto il ministro Patrizio Bianchi – perché la sostenibilità vuol dire non solo trasformazione ambientale, ma anche sociale”.

La tavola rotonda, condotta da Stefania Giannini, Vice Direttore dell’Unesco per l’Educazione, è stata promossa con l’obiettivo di dare l’opportunità ai Ministri dell’Istruzione di presentare gli impegni e i Piani nazionali per dare attuazione all’Educazione allo sviluppo sostenibile per il 2030 e discuterne le sfide e le opportunità.

LEGGI ANCHE:  Garante della Privacy: sì alle nuove modalità di verifica del Green Pass nelle scuole.

Lavori nel corso dei quali il ministro Patrizio Bianchi ha ricordato le iniziative del Governo per la sostenibilità, a partire dalle Linee guida adottate nel 2015 – insieme al Ministero dell’Ambiente – per le scuole primarie e secondarie. E, ancora, la legge sull’insegnamento obbligatorio dell’Educazione Civica in tutti i gradi d’istruzione che prevede anche la realizzazione di percorsi didattici sullo sviluppo sostenibile e sulle nuove tecnologie.

“Siamo pronti a rilanciare un nuovo programma per la sostenibilità e l’ambiente – ha anticipato il ministro Patrizio Bianchi – L’istruzione e la formazione hanno un ruolo centrale. Dobbiamo costruire sistemi educativi che sappiano formare cittadini capaci, attivi e responsabili per la salute del nostro pianeta”.

LEGGI ANCHE:  PD, Matteo Renzi: "Il partito di Schlein perde pezzi".