Scuola Civica di Musica di Cagliari, Andrea Piras: “Grave situazione economica per i lavoratori del servizio accoglienza e custodia”.

“Ho depositato in Comune una interrogazione per chiedere che venga affrontata immediatamente la grave situazione economica che stanno affrontando i lavoratori che garantiscono l’accoglienza e custodia della Scuola Civica di Musica”, ha dichiarato oggi il consigliere comunale, Andrea Piras, intervenuto per stigmatizzare la condotta del sindaco Paolo Truzzu e della Giunta comunale.

“Il Comune di Cagliari nel 2013 è subentrato nella gestione della Scuola per garantire una migliore gestione dell’istituto anche attraverso contratti con collaboratori e operatori economici esterni e professionisti artistici e musicali. Il servizio di accoglienza e custodia della Scuola rientra tra i servizi esternalizzati affidati con bando a una società privata. Il bando avrebbe dovuto garantire non solo il mantenimento dei lavoratori della precedente ditta appaltatrice, la cosiddetta clausola sociale, ma anche assicurare una giusta retribuzione; se quanto affermato dagli organi di stampa e dal sindacato che rappresenta i lavoratori fosse confermato, ovvero che per 120 ore di lavoro la retribuzione degli operatori è stata ridotta da 800 euro a poco più di 500 euro, ci troveremmo davanti ad una ingiustizia sociale. Il sindacato – ricorda Piras – ha più volte chiesto un incontro con il Sindaco Truzzu per trovare una soluzione. Il sindaco e la sua Giunta – conclude – oltre a non vigilare sui contratti applicati ai lavoratori, continua a negare loro un incontro”.

LEGGI ANCHE:  La proposta di legge contro il Bullismo, Andrea Piras: "Prevenzione dei comportamenti devianti".

foto Sardegnagol riproduzione riservata