Sassari. Sanzionate 33 persone e un locale per assembramento.

Per la Polizia locale di Sassari è stato un altro fine settimana di controlli a tappeto su tutto il territorio per il contrasto al coronavirus, che ha portato a sanzionare un locale per assembramento e 33 persone per aver trasgredito all’obbligo dell’utilizzo della mascherina, previsto dalle ordinanze sindacali a contrasto della diffusione del virus.

Ancora una volta l’età media dei sanzionati è tra i venti e i venticinque anni, fermati prevalentemente nel centro della città. Venerdì sono stati identificati cinque ragazzi nei giardini dell’emiciclo Garibaldi e quattro in piazza Castello. La sera gli agenti sono intervenuti in un locale dove non era rispettata la distanza tra i tavolini: numerose le persone in piedi senza mascherina, così come il gestore e la cameriera. A tutti è stata comminata una sanzione da 400 euro e per il bar è prevista anche la sanzione accessoria in base alle ordinanze sindacali numero 37 e 47 che prevedono la chiusura del locale.

LEGGI ANCHE:  Parchi acquatici: chiuse 10 strutture abusive.

Sabato sono state sanzionate altre venticinque persone, tra cui alcuni studenti di un istituto superiore che davanti alla scuola chiacchieravano senza portare la mascherina. Le altre multe sono state elevate tra via Brigata Sassari, via Carlo Alberto, piazza Castello, viale Dante e piazza in Tola. In particolare in viale Dante è stato sanzionato un ragazzo che non aveva il presidio per proteggere naso e bocca alla fermata dell’autobus e quando è arrivato il mezzo pubblico ha preteso di salirci sempre senza mascherina. Gli agenti sono intervenuti, lo hanno fatto scendere e sanzionato.