Sardegna-Tunisia. Un ponte di cooperazione nel Mediterraneo

Si è svolto questa mattina, nella sala Anfiteatro della Regione Autonoma della Sardegna, il meeting ‘Sardegna/Tunisia 2020: un ponte di cooperazione nel Mediterraneo, Sviluppo del partenariato vincente’.

Hanno partecipato alla giornata di confronto il Ministro plenipotenziario dell’Ambasciata di Tunisi Wissem Mhadhbi, il vice sindaco di Cagliari Giorgio Angius, il Presidente tunisino della Camera EuroMediterranea per l’Industria e l’Impresa Badereddine Youkabrie e Chaouki Friaa e Mokhtar Hamouda, rispettivamente General Manager e Direttore Commerciale del Porto di Zarzis, un importante scalo vicino all’isola di Gerba nel sud-est della Tunisia.

Tema principale del convegno la cooperazione tra Italia e Tunisia nei diversi campi di reciproco interesse, ma soprattutto culturale e commerciale. Sono stabilmente operative in questo paese del nord Africa circa 900 imprese italiane e circa il 40% degli investimenti stranieri giungono dal nostro paese. L’export tunisino è destinato all’Italia per circa 20%.

LEGGI ANCHE:  Occupazione. I dati della Sanità pubblica in Italia.

Sono numeri che offrono una grande prospettiva di collaborazione anche con la nostra isola e con i suoi porti. Da qui la necessità di un nuovo incontro, più operativo, nel prossimo mese di maggio, per valutare le concrete possibilità di impresa comune.

“Lo stretto legame tra Sardegna e Tunisia è consolidato su antichi e storici rapporti – ha affermato il vice sindaco Giorgio Angius – E’ oggi necessario, e quanto mai urgente, sviluppare intese comuni per garantire forme di collaborazione che siano un motore per lo sviluppo commerciale tra la nostra isola e il paese nordafricano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.