“Rosa Rossa”, l’ultimo lavoro di Stefania Secci dedicato a Rosa Luxemburg.

E’ dedicato alla filosofa e attivista politica polacca Rosa Luxemburg, una delle figure femminili più importanti della storia contemporanea, il nuovo brano dell’eclettica artista cagliaritana Stefania Secci Rosa. Conosciuta come la Rosa Rossa, la Luxemburg fu una grande sostenitrice del socialismo rivoluzionario, facendo della sua vita una battaglia contro il capitalismo e il militarismo. Nel brano interpretato da Stefania Secci Rosa, si prende spunto da una lettera inviata dalla rivoluzionaria dal carcere di Breslavia nel dicembre 1917 e diretta a Sonja Liebknecht (moglie di Karl Liebknecht, suo compagno di partito). Parole da cui traspaiono le passioni vibranti della Luxemburg, che Secci Rosa mette in versi esaltando il suo grande amore per Leo Jogiches e lo stato d’animo positivo nonostante la reclusione.

LEGGI ANCHE:  Andrea Biancareddu: "4 milioni per il cinema in Sardegna".
Stefania Secci

Grazie alla sceneggiatura e alla regia di Maurizio Olla, accompagnata dalla fotografia di Alonso Crespo, il videoclip che accompagna l’uscita del disco sviluppa il tema degli ideali antimilitaristi e dell’impegno sociale, riuscendo a trasmettere un messaggio di speranza, espresso simbolicamente da una rosa rossa, donata alle generazioni future. Evidente il parallelismo tra il forte animo pacifista e anticapitalista di Rosa Luxemburg (interpretata dall’attrice e cantante Elisa Zedda) e di tutti coloro che in Sardegna lottano per una terra senza basi ed esercitazioni militari.

Il testo è firmato da Stefania Secci Rosa, così come la musica composta assieme a Matteo Gallus, a cui si devono anche gli arrangiamenti musicali degli archi.

LEGGI ANCHE:  All'Isre di Nùoro la mostra sulla transumanza.

foto Carlo Mondoni