Riforma sanitaria, la commissione approva l’articolato.

Dopo un confronto durato quasi tre ore, la commissione Sanità ha approvato l’articolato della riforma sanitaria, ossia il disegno di legge 112 che è collegato alla proposta di legge 121 targata Udc. Dopo il parere della Terza commissione e del Cal (Consiglio delle Autonomie Locali) il testo sarà calendarizzato e portato in Aula, prima della pausa di agosto, per la discussione e il voto finale.

Il parlamentino presieduto da Domenico Gallus (Udc) ha lavorato senza sosta affrontando oltre ottanta emendamenti: alcuni sono stati ritirati per consentire alla maggioranza un approfondimento e un’intesa prima della seduta d’Aula. Altri, invece, come quello di Stefano Schirru (Psd’az) relativo alla formazione del personale del servizio 118 o quello di Gianfranco Ganau (Pd) sul commissario che curerà lo scioglimento di Ats, sono stati approvati. Nel primo caso è stabilito che la formazione sarà in capo ad Areus e non alle Asl mentre nel secondo caso sarà il commissario di Sassari a curare la liquidazione di Ats, che ha sede legale a Sassari.

Soddisfatto il presidente Gallus: “In poche ore maggioranza e opposizione hanno licenziato un testo complesso e non si tratta di un risultato scontato, vista la mole di emendamenti. L’approvazione dell’articolato è merito della collaborazione di tutti e sono fiducioso anche per quanto riguarda il futuro della riforma sanitaria, sulla quale gravano ancora alcune incognite ma non insormontabili”.

foto Stefano Schirru/facebook

LEGGI ANCHE:  Autismo, Stefano Schirru: "Sardegna regione più colpita in Europa".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.