Regimi di reddito minimo, PE: “Aumentare il sostegno e l’inclusione”.

Contrastare l’attuale crisi del costo della vita con una nuova legge atta a modernizzare e rafforzare i regimi nazionali di reddito minimo. E’ quanto chiesto oggi dal Parlamento europeo, espressosi a favore di una risoluzione sul reddito minimo adeguato in cui si osserva che una direttiva dell’UE su un adeguato reddito minimo potrebbe contribuire a migliorare ulteriormente l’accessibilità, l’adeguatezza e l’efficacia di tali regimi. Inoltre, garantirebbe che le persone attualmente disoccupate vengano integrate nel mercato del lavoro.

Il testo non legislativo, in particolare, è stato approvato con 336 voti favorevoli, 174 contrari e 121 astensioni.

Secondo il nuovo provvedimento, i Paesi UE dovrebbero valutare periodicamente i loro regimi nazionali e aggiornarli se necessario, garantendo un livello adeguato di sostegno che tenga conto della soglia nazionale di rischio di povertà (indicatore AROP), per cercare di creare un sistema che garantisca un tenore di vita dignitoso.

LEGGI ANCHE:  EE24, le differenze anagrafiche tra i giovani elettori in Europa.

Inoltre, i deputati hanno invitato i Paesi UE a rendere i regimi nazionali maggiormente accessibili, in particolare per i gruppi più svantaggiati.

foto, Alexis Haulot Copyright: © European Union 2022 – Source : EP